Questa bella idea risale a qualche anno fa…

– Mamma, ho un metodo per cacciare le zanzare


– E cioè?


– Tu metti un piccolo porta CD [un lettore di CD comprese casse acustiche, n.d.r.] vicino a te sul comodino e quando senti una zanzara che arriva, lo accendi all’improvviso a tutto volume così la zanzara scappa via spaventata!


– SANTO CIELO!!! Pirata, l’ingegnere lascialo fare all’Ingegnere, va bene?

La tecnologia al servizio della pirateria… mi vengono i brividi al solo pensiero!

Annunci

È un bel po’ che il Pirata se ne sta seduto in macchina taciturno: molto strano…

– Pirata, non ti sento, ma ci sei?


– No: questa è una voce registrata


Pirateria multimediale: al passo con i tempi, perbacco!

Informazione commerciale per genitori

Giroscopi, per gli amici trottole

Ore di pace. Ore, non minuti. Per svariati giorni. A soli 13,09 €.
Un vero affare, no?

 

Ultimo dell’anno, ennesima reazione furibonda dell’Ingegnere-che-la-mia-roba-è-tutta-a-squadro-ma-che-vi-siete-messi-in-testa-e-guai-a-chi-si-avvicina-senza-permesso all’ennesima idea balzana del Filosofo, pronta reazione sdegnata del Filosofo-che-sono-un-filosofo-perdindirindina-e-le-mie-idee-sono-le-migliori-in-assoluto-anche-se-non-le-capite.
Vengono separati a forza di urlacci.

Un quarto d’ora dopo si incontrano di nuovo in cucina:
– Ingegnere… vorrei chiederti scusa.
– Ehm… anch’io, Filosofo, vorrei chiederti scusa.

Ho sudato freddo: per un attimo ho temuto che scoppiasse un altro litigio, del genere se-ti-chiedo-scusa-io-tu-non-ti-permetti-di-chiedere-scusa-a-me-ficcatelo-bene-in-testa, invece sono tornati di là d’amore e d’accordo. Che sia la fine del mondo come noi lo conosciamo?

Buon 2012 a tutti!

Prontuario di conversazione per principesse

Basta padroneggiare poche frasi (e soprattutto, le loro corrette intonazioni):

1) Me lo dici?

2) Eh, mamma?

3) Eh, papa?

4) Daaaaaaiii!

5) Non è vero!

E, combinandole con savoir faire, si possono sostenere ore e ore di conversazione.

(Chi fosse interessato a lezioni pratiche può contattarmi privatamente. Astenersi perditempo.)

Regola n. 8 – L’educazione innanzi tutto

La letterina a Gesù Bambino del Pirata, redatta con la complicità l’aiuto della Giraffa, si conclude così:

“Tanti saluti e auguri per la tua nascita”

Impeccabile.

Regola n. 7 – Conosci te stesso

… E lui conosce i miei 🙂

– Papà! stasera vediamo un film?
– Non credo, domani ci dobbiamo alzare presto.
Poco dopo:
– Papà! stasera vediamo un film?
Il padre si  immerge ancora di più nella lettura e lo ignora ostentatamente…
– Bene: lo prenderò come un 'forse'!

La stoffa del commerciante sull'animo del pirata!

La Giraffa soffre il mal d'auto e, quando viaggiamo, per sopportare meglio la nausea che l'attanaglia, cerca distrazione parlando. Questa volta sono di turno le domande da un milione di euro, tipo
– Papà, quanti semafori ci sono a Roma?
– Soltanto Dio lo sa, cara!
e così via.
All'ennesima domanda,
– Papà, quanti ippopotami ci sono a Roma?
il Pirata sbotta:
– Ce ne sono tre: uno si chiama
ZI, uno si chiama TT e il terzo si chiama A!!!

Quando è troppo, è troppo!
 

E' stagione di malattie. Il filosofo sta guardando in TV il documentario sull'Umbria della serie "L'Italia vista dal cielo". Arriva il pirata concitato:

– Filosofo, è caduto qualcosa in stanza! Vieni, presto!
– No, pirata, lasciami in pace…
– Ma vieni! è caduta della roba tua!

Il filosofo è ipnotizzato dalle meraviglie architettoniche dell'Umbria… ho capito, mi tocca intervenire. Prendo in braccio il pirata e vado di là con lui per aiutarlo, ma lui si divincola e mi spiega sottovoce:

-No Mamma, gliel'ho detto per attirarlo, così la smette di guardare quello stupido documentario che parla solo di case, e viene a giocare con me!

Manuale del pirata, capitolo 5: Teoria e pratica della trappola.

Voci precedenti più vecchie